postlunghi

Report sulle strategie digital dei partiti per le elezioni politiche 2018 • Parte 2, siti web

Una breve analisi dei siti ufficiali di 5 soggetti politici italiani presi a campione: Partito Democratico, Forza Italia, Lega, Movimento 5 Stelle, Liberi e Uguali.

Insieme ai social l’altra componente della strategia digital è il sito web. Dopo la fiammata dei contenuti pubblicati sui social network, quello che resta nel tempo infatti è il sito.
Ed ecco quindi in questo secondo post una rapida analisi dei siti ufficiali dei 5 partiti campione: Partito Democratico, Forza Italia, Lega, Movimento 5 Stelle, Liberi e Uguali.

Infografica di riepilogo

Siti web
Infogram

I siti, classifica.

Il Partito Democratico ha il sito web più “maturo” con i backlink (siti che puntano al sito PD) in numero molto alto: 1.900.000 backlink, da 2.100 domini di riferimento, un capitale creato nel corso di diversi anni ormai e segno di un buon collegamento con siti news, blog, associazioni. Le keyword indicizzate sono 21.000, una ottima indicizzazione.
Il sito web è come ci sia aspetta, responsive: se visualizzato da smartphone, i contenuti si dispongono in verticale, ingrandendosi e facilitando la lettura. Si tratta di un responsive-standard, con lo slider che risulta un po’ tagliato, ma come vedremo è già abbastanza per sopravanzare gli altri siti.
👉Si segnala tra i siti esterni il dominio https://www.democratica.com blog di informazione del PD, di recente apertura.


La presenza web del Movimento 5 Stelle è complessa e plurale, fatta di diversi domini piuttosto ‘verticali’ e può far smarrire l’utente medio. Il sito ufficiale preso in analisi è il dominio www.movimento5stelle.it
Il Movimento 5 Stelle è il sito più indicizzato, con la cifra mostre di 34.000 parole chiave e un buon numero di backlink: 2 milioni di backlink da circa 820 domini. I visitatori sono stati 153.000 nella giornata di rilevamento. Il programma del movimento è ospitato nella sezione relativa, che invece è responsive ed organizzata in una serie di pagine web a tema.
👉 La Piattaforma Rousseau, è ospitata nel sotto-dominio rousseau.movimento5stelle.it ed è responsive.
👉 Per quanto riguarda i siti collegati, Il Blog delle Stelle (https://www.ilblogdellestelle.it) è il nuovo sito di informazione del Movimento dopo che a gennaio il comico genovese ha deciso di cedere il simbolo al movimento e riprendere il controllo del proprio dominio (beppegrillo.it) per il proprio brand personale. 

Questi trasferimenti a un passo dalle elezioni non sono stati indolori: Semrush indica una cospicua perdita di parole chiave proprio tra fine anno e gennaio.
Il sito ufficiale ed il blog delle stelle inoltre misteriosamente non sono responsive e presentano qualche bug e link interrotto di troppo, dovuti proprio a questi trasferimenti.

 

Il sito di Liberi e Uguali, pubblicato all’indirizzo liberieuguali.it, è il più fresco del gruppo, ma anche il meno indicizzato, con 169 keywords e 29.900 backlink da 42 domini. Il traffico è stato di (già) 20.200 visitatori unici. Il sito web è full responsive, con un ottimo adattamento anche ai piccoli display.
🧐 Curiosità: la sezione donazioni supporta Satispay.

 


Il sito della Lega, nonostante la perdita del suffisso “Nord” è saggiamente rimasto sul dominio storico www.leganord.org , evitando traumi nell’indicizzazione. I numeri sono 4.100 keywords indicizzate e 27.000 backlink da circa 1.000 domini. Il sito del Carroccio è quasi responsive, i contenuti si incolonnano, ma lo slider non ne vuole sapere e rimane tagliato; risulta strutturato come un portale, con molti banner e social embed che riprendono la (solerte) attività social del partito.
👉 Il dominio è utilizzato per alcune sezioni locali, che hanno blog autonomi nei domini legalombarda.leganord.org, Emilia.leganord.org e naz-toscana.leganord.org.
🧐 Curiosità: il dominio http://lega.it è occupato da un’azienda di prodotti in plastica.

 

Forza Italia, raggiungibile all’indirizzo www.forzaitalia.it ha un sito molto semplificato ma responsive, con gli ormai tradizionali slogan in Impact. Le parole chiave indicizzate sono circa 3.300, ed il sito ha 69.700 backlink da 424 domini. Le visite sono state di 8.400 visitatori unici.
Accedendo c’è un re-indirizzamento verso il nuovo dominio www.berlusconi2018.it che sostituisce da pochi giorni il vecchio sito di Forza Italia.
👉 Curiosità: Semrush segnala il sito come offline ad agosto 2016 e 2017. Chiuso per ferie?

Ti sei perso la prima parte dedicata alla presenza social? Leggila.

 

Per approfondire puoi scaricare da questa cartella condivisa i:
– report per lista Semrush (PDF)
– report contenuti social (PDF)
– report rivalIQ social (PDF)

Ti è piaciuto questo post? Offri un caffè ☕ con un link Paypal.me!

Puoi condividere su

Giovanni Minelli

Art Director & Cross media designer. Si occupa di progetti di pubblicità, graphic design e web design, con un focus su logo design, UI e image manipulation. Appassionato di tecnologia e new media, conscio di quel che è andato perduto, è nostalgico del design anni '70 e dell'adv anni'80-'90. Nel tempo libero è anche fumettista dilettante e venditore ebay.



TORNA IN ALTO